Scelta della piattaforma eCommerce: Quella giusta per il tuo business.

In questo articolo voglio fare chiarezza su uno dei principali e più discussi quesiti a cui ci si trova a dover rispondere quando si decide di affacciarsi al mercato online allargando il proprio business ad un’infinità di potenziali nuovi clienti.

La scelta della piattaforma eCommerce. Qual’è quella più adatta al tuo business?

Con il termine “Piattaforma eCommerce” s’intende la tecnologia software che ti permette di ospitare i tuoi prodotti, configurare il tuo negozio virtuale e incominciare a vendere online.

Prima di iniziare a parlare di quali sono e come scegliere la piattaforma ideale vorrei porre l’attenzione su due punti fondamentali:

 La piattaforma è solo un espressione delle tue necessità ed in base a questo concetto devi attenerti a corrette regole di analisi preventive prima della scelta finale. Non focalizzarti subito sulla scelta della piattaforma, perché il motore sul quale fonderai la tua attività sarà per te una delle ultime cose da analizzare.

 Importantissimo è come verrà suddiviso l’investimento. Almeno per il primo anno, sarà meglio investire solo un 30% del budget a disposizione sulla tecnologia, il restante 70% sarà meglio destinarlo ad attività di marketing e altro.

Approfondiamo ora nel dettaglio quali sono le tecnologie disponibili, suddividendole in tre distinte categorie:

– Piattaforme da installare
– Piattaforme S.a.a.S. (Software as a service).
– Piattaforme Full custom

PIATTAFORME DA INSTALLARE:

Spesso queste piattaforme sono pacchetti da scaricare e pronti per l’installazione come Magento, Prestashop, Woo Commerce, Spree e molti altri. Indirizzando la tua scelta verso questo tipo di piattaforme, ti scontrerai con alcuni pregi e alcuni difetti.
Le piattaforme da installare sono più espandibili e scalabili, solitamente hanno una vasta community e moltissimi consulenti a supporto e a tua disposizione. Di contro troviamo la necessità di avere delle competenze tecniche avanzate per l’installazione e la configurazione, e ogni personalizzazione spinta potrà rendere difficile i successivi aggiornamenti della piattaforma, con un aumento dei costi e degli interventi tecnici.
Ritengo comunque che questa sia la scelta consigliata per l’apertura di uno store virtuale, perché si piazza in un range di prezzo accettabile in fase di start-up e ti permette di poter personalizzare la piattaforma al meglio, seguendo le tue esigenze e le strategie di marketing più recenti.

PIATTAFORME S.a.a.S.:

Per tecnologia S.a.a.S. (Software as a service), si intendono le piattaforme che non devono essere installate sul proprio computer, ma tramite la registrazione al sito del fornitore potrai configurare liberamente il tuo nuovo dominio e il tuo nuovo e-store.
Alcune di queste piattaforme sono Shopify, Bigcartel, Volusion e Bigcommerce. Anche in questo caso dovrai valutare i pregi e i difetti di questa tecnologia. I pregi li possiamo notare subito, infatti in poco tempo tutto risulta disponibile, piattaforma, dominio e hosting, tu dovrai preoccuparti di inserire solo i prodotti, attuare le personalizzazioni e configurazioni necessarie e gestire le vendite. Il pannello di amministrazione è molto semplice da gestire e molto intuitivo. Per quanto riguarda i difetti, si presentano nella scarsa personalizzazione, nelle limitazioni riguardo le attività di web marketing e nelle limitazioni della stessa tecnologia. Consiglio quindi questa scelta per chi parte con un budget ridotto e vuole contenere al minimo i rischi in fase di start-up. Occhio però perché se in questo caso il problema della tecnologia è stato risolto, si dovrà comunque far fronte a quello del traffico e come dirigerlo sul tuo negozio virtuale

PIATTAFORME CUSTOM:

Queste tipologie di piattaforme sono consigliate a chi possiede un ingente budget in fase di startup o ha già un eCommerce ben avviato e con un ottimo fatturato. Sono piattaforme che permettono la massima personalizzazione ma i costi posso essere molto elevati.

L’avvio di un progetto che si fonda su queste tecnologie richiede un’analisi preventiva accurata e approfondita, per dare le specifiche corrette agli sviluppatori incaricati alla realizzazione della piattaforma. I pregi in questo caso sono molti, infatti è possibile creare uno e-shop molto complesso, personalizzato ad hoc  e scalabile in base alle proprie esigenze.
Di contro abbiamo uno sviluppo molto lungo, (può richiedere anche un anno per la chiusura e la messa online), molto complesso e una manutenzione molto costosa. Altro fattore da tenere in considerazione è il legame che si crea con il team di sviluppo. Nel caso in cui fosse necessario sostituirlo, non sarebbe cosa facile trovare un nuovo team in grado di lavorare e personalizzare una piattaforma già esistente. In questi casi, a volte è meglio e meno dispendioso rifare tutto da capo.

Quali sono le domande da porci prima dell’analisi e della scelta della piattaforma?

Di seguito un elenco di alcune delle domande da porsi e da tenere in considerazione prima di partire:

– Quante sono le mie referenze? Che tipologia di prodotti tratto? Quali combinazioni?
– Quali sono le offerte commerciali che andrò ad implementare nel mio store? Quali Promozioni, Coupon e Bundle?
– Quali modalità di pagamento adotterò?
– Con quali spedizionieri farò partnership?
– Quali saranno le azioni di web marketing che andrò a pianificare e quale sarà la portata prevista degli utenti verso il mio sito?
– La piattaforma è SEO ready?
– E’ dotata di moduli per l’invio di newsletter e profilazione dei clienti?
– Mi affaccerò a mercati esteri o solo a quello di appartenenza?
– Quali gestionali aziendali devo interfacciare con il mio e-store?
– Come sarà strutturata l’alberatura del mio sito? (categorie e sottocategorie).
– Come gestirò i resi?
– E’ mobile responsive?

Questo breve elenco da tenere in considerazione è solo la prima parte delle cose da valutare prima della scelta della piattaforma. Non si dovranno trascurare in seguito analisi inerenti all’usabilità della stessa, all’architettura delle schede prodotto e al carrello.